Allo scoccare della mezzanotte

Allo scoccare della mezzanotte

Pagine

martedì 2 giugno 2020

la mia pochette numero uno

Ah le pochette!
belle, pratiche, di innumerevoli forme e colori, utilissime a mettere in ordine qualsiasi spazio,  sono una vera collezionista,
ne ho una quantità considerevole 
nonostante questo ogni volta che vedo sui blog di bravissime ricamatrici delle pochette fatte interamente a mano, le ammiro per ore dicendo a me stessa che dovrei provare a farne una.
fino a qualche settimana fa non sapevo da dove partire, ho delle nozioni di cucito ma ero titubante sul da farsi, ho cercato su YouTube e  su Pinterest idee su idee finché un giorno mettendo in ordine i miei lini ho avuto l'illuminazione crocettosa

così i tanti lini, tutti di colori che difficilmente potrei abbinare ai miei nuovi gusti adesso li utilizzerò per creare pochette, con piccoli ricami, da regalare o da tenere per me;
questa nella foto è la numero uno per la quale ho utilizzato un lino lilla 28ct e ho preso un ricamo dal libro "Gravures de mode",
ci sono alcuni difetti ma per essere la mia prima pochette ne sono soddisfatta tanto che poi ho aggiustato qua e là la tecnica e...
ne ho cucita un'altra ma di questa vi parlerò in un altro post
buona festa a tutte


martedì 19 maggio 2020

riprendiamo da dove avevamo lasciato

Ultimo giorno a casa, mi sono svegliata lentamente perché già ho una marea di cose da fare .
La quarantena mi ha insegnato, seppur in un periodo veramente nefasto, tante cose positive. Ad esempio ho analizzato a fondo me stessa, ho preso delle decisioni che mai avrei preso, ho imparato a dire no e ho deciso di non fare le cose che odio fare se non sono necessarie.
Per natura tendo a dimenticare le cose negative e a custodire come un tesoro quelle positive che mi sono accadute nel periodo buio.
Una cosa che mi piace tanto è ricamare e in questo periodo ho avuto modo di dedicarmi al ricamo tantissimo così è stata l'occasione per creare qualche nuovo cuscinetto profumato da mettere dentro ai cassetti
 le violette le ho prese da un De fil en aiguille
queste rose invece da un libro di Ub design "Rosen melody"
e così si ricomincia, con molta attenzione, con calma, rivedendo la nostra vita e il lavoro alla luce di una cosa che è successa che a tratti mi sembra invisibile ma che c'è...
buona giornata 


martedì 12 maggio 2020

Blueberry

Buona sera care amiche, come procedono le vostre giornate?
Le mie scorrono non tutte uguali e piano piano sto cercando di tornare alla normalità col lavoro ma  vi confesso che ho un po' paura.
In questo periodo a casa, ho rinnovato alcune cose tra cui un appendi-oggetti che avevo in bagno, naturalmente con un ricamo 

questo bellissimo rametto di mirtilli tratto dal libro di Kazuko Aoki "Wildflower garden"
faceva a caso mio, sono così belli e minimali gli schemi di Kazuko Aoki che viene voglia di ricamarli tutti.
Spero che stiate bene e che questo periodo passi e rimanga solo un ricordo, a presto

martedì 5 maggio 2020

Nuova vita per delle borse di tela



Protagonista di questo post non è il lavoro a maglia che si vede in primo piano bensì il ricamo di cui vi ho già parlato in un post precedente
 vi avevo detto che sapevo già cosa sarebbe diventato...le pecorelle, la pioggia, l'idea di rifugiarsi in casa al caldo durante un temporale  mi hanno fatto pensare a quanto sia piacevole il lavoro a maglia così sistematico e numerico che più di ogni altra cosa riesce a farmi alienare 


mentre ricamavo, si faceva strada in me l'idea di come lo avrei utilizzato e neanche farlo apposta avevo in casa due borse di tela, che mi sono state omaggiate in un convegno e che non ho mai utilizzato, accostandovi il ricamo ho notato che le pecorelle erano dello stesso colore, un po' di fantasia, qualche bottoncino a pressione( giusto per provare l'attrezzo per fissarli comprato tempo fa al lidl) ed ecco che da due borse ne è nata una utilissima e molto capiente;
oggi vi mostro anche il mio recente ricamo, il primo di Madame la fee che decido di ricamare nonostante abbia altri suoi schemi, un'impresa titanica con i mille cambi di colore ma spero di essere costante e finirlo presto

giovedì 30 aprile 2020

una fredda notte d'inverno

Buon pomeriggio a tutte, non mi ero resa conto che fosse finito un altro mese.
Faccio ancora fatica ad abituarmi a questa nuova vita, a volte non pesa a volte è veramente dura ma vado avanti;
come ho letto nei vostri blog state dando fondo alle scorte e meno male, a questo punto, che ne abbiamo.
Sto cercando sia di iniziare nuovi progetti sia di confezionare quelli già finiti.



è il caso di questo ricamo, finito già da tempo, ho avuto l'illuminazione una sera, rovistando tra le mie scorte, ho ritrovato quelle stelline/paillette che ho ritenuto adatte a simulare le stelle di una notte fredda invernale e così, tornatomi utile il mio primo telaio che ormai rotto, è andato in pensione, ho creato questo manufatto che metterò in bella vista l'inverno prossimo.
Auguro a tutte voi un buon primo maggio a presto